martedì 11 dicembre 2018

TIM CUP, IL PAVIA NON DELUDE: 3-0 AL POGGIBONSI

Pavia-Poggibonsi 3-0

Pavia (3-5-2): Facchin; Malomo, Biasi (A. Cristini), Marino; Ghiringhelli, M. Cristini (Carraro), La Camera, Bellazzini, Sabato; Cesarini (Del Sante), M. Marchi.
A disposizione: Fiory, Cardin, Martin, Rosso, Buongiorno, Soncin, Anastasia.                                              All. Marcolini.
Poggibonsi (4-3-3): Valoriani; Proietti, Ticci, De Vitis, Bencini; Bartoccini, Mitra, Ceccatelli (Ciardini); Valenti (Casucci), Zuppardo (Cresti), Foderaro.
A disposizione: Pupilli, Calonaci, Aggravi, Fontani.                                                                                              All. Ghizzani.

Marcatori: 16′ Malomo, 40′ Cesarini, 60′ La Camera

Spettatori: 1025 paganti, incasso di 6.460 euro.

Dopo le amichevoli pre-campionato, è tempo di Tim Cup dove il Pavia torna a competere nove anni dopo la sua ultima apparizione. Il Poggibonsi, avversario designato, è chiamato a reggere l’impeto di una squadra, quella pavese, che vuole partire subito seriamente nella stagione che dovrebbe consacrare gli sforzi della società cinese di conquistare la piazza superiore. E le aspettative non vengono tradite.

PAVIA BOOM Marcolini non rinuncia al suo 3-5-2 nonostante le assenze di Siniscalchi e Abbate in difesa, Alessandro Marchi a centrocampo e Ferretti in attacco, veri interpreti del suo marchio di fabbrica. Malomo-Biasi-Marino a comporre il terzetto difensivo davanti al capitano Facchin, a centrocampo ecco Sabato subito titolare alla prima stagionale – a tutta fascia sull’out di sinistra – con Ghiringhelli sulla fascia opposta, Marco Cristini e Bellazzini interni, e La Camera play. In attacco, Mattia Marchi preferito a Soncin e Del Sante con Cesarini rifinitore. Inizio spumeggiante dell’undici biancoazzurro: la punizione di La Camera al minuto 5′ alta di poco e l’incursione di Ghiringhelli al 13′ conclusa con una bella parata del portiere avversario su un potente tiro del giovane esterno sono il preludio al gol che arriva al 17′ grazie a un colpo di testa di Malomo sugli sviluppi di un calcio di punizione di Bellazzini.

RULLO COMPRESSORE Pavia incontenibile, avversari non pervenuti: al 31′ assolo di un ispiratissimo Bellazzini per Cesarini, dribbling secco al suo diretto marcatore ma il suo tiro a botta sicura si fionda contro il palo. Tre minuti dopo, il Mago litiga ancora con i legni colpendo una traversa su un 2clamoroso esterno destro da fermo ma al 40′ è bravo ad anticipare sul tempo l’intera difesa avversaria dopo il gran destro di Ghiringhelli smanacciato dal portiere e fare 2-0. Prima del fischio di fine primo tempo, Bellazzini vicinissimo al tris ma il suo calcio di punizione termina alto di poco. Un’altra traversa, altrettanto clamorosa, apre la seconda frazione di gioco dove i biancoazzurri non ne hanno di abbassare i ritmi di gioco ma non riescono a trovare il tris anche perchè Mattia Marchi calcia addosso al portiere un pallone facile facile. Maledizione spezzata al 60′: calcio di punizione splendido di La Camera e pratica definitivamente archiviata. Domenica prossima Pavia di scena a Latina (serie B) nel secondo turno – sempre in gara secca – di Tim Cup.

Massimiliano Marino

781 Letto: 1 Views Today
Condividi