martedì 17 ottobre 2017

RUGBY: SECONDA VITTORIA PER IL CUS, I GIALLOBLU ESPUGNANO SAVONA

Pavia fa due su due e batte anche Savona tra le mura amiche in una partita molto dura e dal verdetto in bilico per gli interi 80 minuti. La compagine ligure vende cara la pelle ai gialloblu in una giornata in cui i ragazzi di casa sono spesso imprecisi e faticano a dare continuità al proprio gioco.

La touche e la maul dei bianco rossi funzionano in scioltezza e consentono loro di stabilirsi in campo pavese nelle prime battute di gioco, fino al minuto 10, quando il numero 12 Scorzoni apre le marcature grazie ad un dritto per dritto vinto in mezzo al campo. Pavia prova a ricomporsi e si sblocca poco dopo con un contrattacco ben orchestrato finalizzato dal chip’n chase di Nicolato che vale il 5-7.

Il Cus pecca in disciplina e concede tanto possesso agli avversari, riuscendo ad esprimersi al minimo delle proprie possibilità offensive per una buona parte del primo tempo, dall’altra parte però Savona non riesce più a trovare la via della meta e il tabellino non si smuove fino alla pausa.

Si riparte e l’apertura savonese regala ai suoi tre punti dalla piazzola. Ma il copione è cambiato e gli interpreti di casa si sono dati una bella lustrata per meglio figurare davanti al proprio pubblico: azione pulita e di gran ritmo in territorio nemico che manda la difesa ligure in apnea, prima di punirla, la firma è ancora del panterone Attye. Se la formazione guidata da Cozzi prende fiducia, grande merito va agli ingressi di Negri e Rota dalla panca, due gladiatori mai domi che hanno onorato per anni la casacca pavese e continuano a regalarvi sudore: in questa occasione danno una vera e propria scossa alla partita. Saranno loro a bere dal boccale del man of the match qualche ora dopo.

Il piede del professore Domenighini porta altri tre punti ai nostri e apre un duello con il piazzatore opposto che si fa grande onore infilando due calci ad alto coefficiente di difficoltà. Il risultato sorride di nuovo al Savona, per un 15-16 che da il via ad un finale di fuoco.

Il carattere di Pavia, come già era accaduto una settimana fa, viene fuori a scoppio ritardato e consente a Zambianchi e co. di avere ragione di Savona e di vincere questo durissimo match. La giocata decisiva è, ovviamente, dell’uomo che segna quando serve farlo e, ancor più volentieri, quando lo si può fare alla maniera dei furbi. Al maestro Yoda Giglio basta la base del palo per scrivere il verdetto della seconda di campionato: il Cus Pavia porta a casa 4 punti con il punteggio di 22-16.

Sugli altri campi intanto vince coi fuochi d’artificio la Amatori Genova che, si libera di Cogoleto per 0-100, punteggio che intimorisce in vista della trasferta di domenica prossima a Sant’Olcese. Lo scorso anno lontano dal Ticino i risultati hanno faticato ad arrivare: ora bisogna certificare una inversione di rotta e per farlo giunge l’occasione dello scontro tra prima e seconda della graduatoria… serve altro?

Tommaso Marconi

SAVONA RUGBY – CUS PAVIA 16-22

Marcatori: 10’ m Scorzoni, tr. Costantino ( 0-7); 14’ m Nicolato F ( 5-7) 50’ c.p. Costantino (5-10); 55’ m Attye, tr. Domenighini (12-10); 60’ c.p. Domenighini ( 15-10); 69’ c.p. Costantino ( 215-13); 75’ c.p. Costantino ( 15-16); 77’ m. Giglio tr. Domenighini (22-16).

Savona: Serra, Rossi, Trentin, Scorzoni, Immovilli, Costantino, Ermellino R, Invernale, Amato, Guida, Maruca, Urbani, Shehu, Santini, Bacino. Ermellino L, Tripodi, Magnaghi, Lanza, Fanciulli, Bernat, D’Agostino. All. Pischedda

Cus Pavia: Nicolato E, Crevani, Domenighini, Nicolato F, Attye, Marconi, Giglio, Vescovi, Onuigbo, Repossi, Garbarini, Facchino, Zambianchi (C), Tavaroli, Blasigh. Mazza, Bianchi, Rota, Negri, Gobbo, Ragione, Ratti. All. Cozzi

Squadra Pt G V N P
1 Amatori Rugby Genova 10 2 2 0 0
2 CUS Pavia asd
3 Union Rugby Riviera 5 2 1 0 1
4 Asd Rugby San Mauro 5 2 1 0 1
5 Savona Rugby asd 1 2 0 0 2
6 Rugby Cogoleto & Prov. Ovest 0 2 0 0 2
77 Letto: 1 Views Today
Condividi